Craccare rete wifi wpa e wpa2

Fino ad alcuni anni fà era solo possibile craccare (bucare) reti wifi con protezione di tipo wep, ormai quasi inesistenti, craccare una rete wifi wpa e wpa2 era quasi impossibile, finchè un team ha trovato una falla di sicurezza che consente di sfruttare una vulnerabilità del protocollo WPS e quindi ci consente di craccare una rete wifi di tipo wpa,wpa2 e quindi trovare la password della rete wifi, probabilmente la guida va bene anche per craccare la rete Alice. Ricordatevi però che in italia è un reato punito dalla legge e la seguente guida è solo per testare la VOSTRA rete wifi ed eventualmente alzare il livello di sicurezza.

wifi crack

La procedura non è semplicissima e una volta che il processo viene avviato ci potrebbe volere… Continua a leggere

La procedura non è semplicissima e una volta che il processo viene avviato ci potrebbe volere qualche ora per il risultato. Ovviamente la rete che tenterete di craccare deve avere il protocollo WPS, e nel dubbio conviene provare ugualmente

Requisiti:

  • Masterizzatore dvd
  • Notebook con rete wifi

Per fare questa operazione utilizzeremo un distribuzione linux live che viene utilizzata in ambito forense ed investigativo che si chiama “backtrack” ed ha tutti gli strumenti per eseguire questa operazione tra cui il software reaver . Cliccando QUI arriverete sulla pagina di download di backtrack e dovrete selezionare backtrack5-R3 –> Gnome –> 32 –> ISO –> direct (come da figura sotto)

backtrack download

il download potrebbe essere un pò lento, nel frattempo procuratevi un dvd vuoto per masterizzare l’immagine ISO che avrete scaricato (ci vorrà un pò).

Una volta che avrete masterizzato l’ISO, dovete avviare il pc da DVD o CD (se non lo sapete fare googolate). Mentre si avvia vi chiederà di scegliere la modalità di boot, selezionate “BackTrack Text – Default Boot Text Mode” . Se vi dovesse apparire una riga di comando dovrete scrivere “startx” e premete “invio” per far partire la modalità grafica.

Per utilizzare Reaver dovrete sapere il nome della vostra scheda di rete (quella interna del pc) e il BSSID che è un numero identificativo della vostra rete wifi (mentre il SSID è il nome che vedete normalmente), vediamo come.

Per trovare il nome della vostra scheda di rete aprite un terminale e digitate

iwconfig

e premete “invio” , vedrete una lista delle vostre schede di rete, molto probabilmente il nome della vostra scheda di rete sarà wlan0 ma se il vostro pc ha una configurazione particolare potrebbe essere diverso.

iwconfig

Ora mettere la scheda di rete in “monitor mode”  e se assumiamo che il nome della rete è wlan0 scrivete nel terminale:

airmon-ng start wlan0 

Questo comando genererà il nome dell’interfaccia “monitor” che probabilmente sarà mon0 come nella immagine qui sotto. Prendete  nota del nome dell’interfaccia monitor.

airmon-ng

Ora dovete trovare il numero BSSID del router che volete craccare digitando nel terminale:

airodump-ng wlan0

e se questo comando non dovesse funzionare provate con

airodump-ng mon0

succesivamente vedrete una lista di tutte le reti wifi che si trovano nel range della vostra scheda wireless.

airodump

Sulla destra della tabella sotto la voce “ESSID” ci sarà il nome della rete e sulla sinistra il relativo codice “BSSID”, prendetene nota.

Quando vedrete la rete che vi interessa nella tabella premete CTRL + C per interrompere la ricerca. Chiaramente la rete che sceglierete dovrà avere nella colonna “ENC” scritto WPA o WPA2 chiaramente.

Ora con il BSSID e il nome dell’interfaccia monitor (mon0)  possiamo avviare il crack con il seguente comando (ovviamnte sostituite mon0 e bssid con i vostri dati:

reaver -i mon0 -b bssid -vv

Ora premete “invio” e attendete fiduciosi, Reaver proverà un attacco di tipo “brute force”, cioè tenterà l’utilizzo di tutti i pin possibili per la rete e successivamente vi mostrerà la password. Nel mio caso ci sono volute 2 ore e un quarto, ma nella guida di reaver si parla di 4 ore e mezza. Alla fine quando il software avrà finito avrete una schermata come questa con la chiave di rete wifi:

reaver

Il processo può essere interrotto in qualsiasi momento premendo CTRL+C, ovviamente questa procedura non funzionerà sempre, specialmente se il router che volete craccare non ha il WPS attivo (ma la maggior parte di quelli nuovi ce l’hanno) e la rete deve anche esere piuttosto vicina, la procedura non funziona sicuramente su reti con segnali scarsi.

Ovviamente ripetiamo che l’articolo è scritto per capire quanto sia facile craccare una rete wifi wpa ed intrufolarsi in una rete domestica e di conseguenza poter intercettare i vostri dati. Quindi di seguito alcuni consigli per proteggersi da attacchi come questo:

  • Disattivare il WPS (consultate il libretto di istruzioni del vostro router).
  • Filtrare i mac address, che è un numero che identifica il vostro pc nella rete locale. Ogni router ha una procedura diversa per farlo, consultare il manuale.

Se hai trovato questo articolo interessante, forse ti potrebbe essere utile anche vedere come creare una chiavetta usb avviabile per installare qualsiasi sistema operativo

Seguici su Facebook

Facebookrss
Articoli
Disinstallare qualsiasi programma definitivamente
Guide
Windows 10 GRATIS Italiano download
Articoli
Collegare cellulare android a tv dlna o airplay
  • Francesco De Mitri Autore
    Rispondi
    9 Ottobre 2016 #

    Grazie, articolo molto interessante!


Per favore risolvi questa operazione: *